PostHeaderIcon Martedì 29 SETTEMBRE si discuterà la proposta di legge sulla discarica

Martedì 29 SETTEMBRE prossimo, il Consiglio Regionale discuterà definitivamente la proposta di legge n. 269 ‘Disciplina regionale in materia di gestione integrale dei rifiuti e bonifica dei siti inquinati’. Sembra sparita dalla proposta, corredata dalla relazione della IV Commissione permanente, la norma che prevedeva un accordo interprovinciale per l’individuazione dei siti di discariche, ubicati entro la distanza di almeno 2 km. dal confine, come nel caso della ormai famigerata discarica in località S. Ignazio di Filottrano che è a 500 m. dal Centro Vacanze Verdeazzurro (in località S. Faustino, comune di Cingoli) e a 1,5 km. dal centro abitato di S. Ignazio.

Nel Panorama regionale Ancona è veramente potente: ha fatto cancellare tutto quel che poteva crearle problemi per realizzare la discarica da 2 milioni di tonnellate di rifiuti. Sembra sia stato tolto anche il vincolo della Via/Vas che nella precedente legge permetteva alla Regione l’ultima parola sui siti di discarica. Hanno inserito solo la non garantista ipotesi/opportunità per la Giunta regionale di emanare ‘apposite linee guida contenenti i criteri per l’individuazione di possibili siti alternativi, nonché le eventuali distanze dai confini’. E’ da luglio, quando è stata volutamente e più volte rinviata la discussione in Consiglio della proposta di legge in questione, che si parla di questa cancellazione imposta dai vertici con il perdurante complice silenzio del relatore di maggioranza Comi, già prima delle elezioni amministrative di giugno paladino a fianco del comitato “La discarica non è di moda” (di cui fa parte una nutrita rappresentanza di Cingoli), mentre l’opposizione consiliare, almeno nella persona del consigliere regionale Parrucci, si è dimostrata attenta all’evoluzione di questa fondamentale e preoccupante vicenda legislativa. L’Amministrazione comunale di Cingoli (che parteciperà con tutti i consiglieri comunali alla seduta dell’assise regionale insieme a quelli di Filottrano) e quella Provinciale di Macerata, di cui fa parte lo scrivente, non ci stanno e faranno di tutto per evitare l’approvazione dell’ingiusta normativa che consentirà l’apertura della mega-discarica della Provincia di Ancona in una zona in prossimità del confine maceratese, ad alta vocazione ambientale, paesaggistica e turistica”.

Giorgio Giorgi

Assessore della Provincia di Macerata

3 Commenti a “Martedì 29 SETTEMBRE si discuterà la proposta di legge sulla discarica”

Lascia un Commento